Quadriglia #1: le regole del gioco

Il giocatore con i pezzi neri a destra nella foto è proprio il super-GM Levon Aronian.

Il giocatore con i pezzi neri a destra nella foto è proprio il super-GM Levon Aronian.

La quadriglia (anche detta tourbillon, mangia-e-passa, in spagnolo pasapiesas e in inglese bughouse) è una partita di scacchi eterodossi (quindi con regole diverse dagli scacchi classici) giocata da due squadre composte da due giocatori su due scacchiere separate.

La particolarità del gioco consiste in:
– i pezzi catturati da un giocatore vengono passati al compagno di squadra, che gioca di fianco con il colore opposto;
– i giocatori possono inserire i pezzi che i compagni gli passano in una casa libera sulla propria scacchiera al posto di effettuare una mossa (anche parando in questo modo uno scacco, oppure dando scacco ed eventualmente scacco matto);
– è possibile comunicare con il proprio compagno di squadra al fine di chiedere pezzi utili o per dare suggerimenti riguardo la sua partita, senza però agire fisicamente sull’altra scacchiera;
– è generalmente necessario disporre di due orologi, uno per scacchiera (ai lati, in modo che tutti i giocatori possano vedere il tempo utilizzato in entrambe le partite), con o senza incremento di tempo per mossa.

Lo scopo del gioco è dare scacco matto almeno su una scacchiera: quando un giocatore di una squadra prende matto, abbandona, perde per tempo o effettua una mossa illegale, entrambe le partite terminano e vince la squadra avversaria. Il gioco finisce in parità solo se:
– entrambe le partite siano patte per stallo;
– venga effettuata triplice ripetizione di posizione su una delle due scacchiere;
– due giocatori di squadra opposta finiscono il tempo sull’orologio.

Ulteriori regole:
– i pedoni non possono essere inseriti sulla prima e sull’ottava traversa;
– i pezzi ottenuti con una promozione quando vengono catturati e passati al compagno di squadra tornano ad essere pedoni*.

 

* Ci sono varie interpretazioni di questa regola, così come un pò tutta la quadriglia è spesso soggetta a regole extra che vengono stabilite nei vari focolai sparsi per il mondo. Alcuni, per necessità pratica, sostituiscono il pedone promosso con uno dei pezzi a loro disposizione (se non ne hanno, il pedone rimane pedone!) in modo da evitare caos nel momento in cui il pezzo ottenuto con la promozione venga mangiato.

Inserisci un commento